Barca a vela

Dove andare in barca a vela partendo da Gaeta

Cosa c’è di meglio di una vacanza in barca a vela?

Una vacanza in barca a vela per esplorare le limitrofe isole Pontine come Ventotene, Palmarola e Ponza.

Tutti luoghi, a dir poco suggestivi e assolutamente da visitare, situati nel Lazio meridionale in provincia di Latina.

Una tratta assolutamente da navigare per passare una vacanza all’insegna del relax, del mare e del contatto dalla natura.

Quale miglior luogo di partenza, dunque, di Gaeta?

Un cittadina da neanche 20 mila abitanti famosa per il suo infinito tratto di spiaggia (di 10 km), ma anche per il suo porto.

Care lettrici e cari lettori, preparate le valigie.

Si Salpa.

Destinazione: isole Pontine.

Viaggio in barca a vela: da Gaeta alle isole Pontine

Il nostro itinerario ideale per una vacanza in barca a vela partendo da Gaeta prevede come destinazione le isole Pontine.

Nelle fattispecie, tre tappe assolutamente imperdibili nei luoghi di Ventotene, Palmarola e Ponza (la più importante e nota dell’arcipelago).

Siete pronti per una tratta da sogno?

Si parte!

case colorate ventotene

Viaggio in barca a vela: Ventotene

La prima tappa del nostro viaggio in barca a vela, partendo da Gaeta, è Ventotene.

Una località tanto piccola quanto bella e particolare con il suo suggestivo Porto Romano scavato nel tufo.

Le meraviglie di Ventotene sono svariate e molte si possono ammirare via mare.

A partire da Cala Battaglia, una peculiare distesa di sabbia nera bagnata dalle onde del mare.

Per non parlare poi di Parata della Postina e Parata Grande, un tempo raggiungibile anche via terra ma, adesso, esclusivamente dal mare.

Infine, come non citare Punta Eolo – famosa per il relitto della famosa nave a vapore affondata nel 1943 e che, oggi, giace su quel fondale marino – e il Carcere di Santo Stefano – un’isola ad un miglio da Ventotene al momento disabitata i cui fondali sono tra i più belli di tutto il mar Mediterraneo.

palmarola acqua verde

Palmarola

Da Ventotene ci spostiamo, poi, a Palmarola per la seconda tappa del nostro viaggio in barca a vela.

Un’isola tra le più belle e peculiari di tutta la nostra Penisola che, oltre a far parte del Parco Nazionale del Circeo, è una riserva naturale protetta.

Come per Ventotene, il miglior modo per ammirare le bellezze di Palmarola è via mare attraverso un giro in barca.

Diversi i posti in cui fermarsi per ammirare i faraglioni e le grotte profonde presenti nell’isola, la cui acqua del mare ti fa venire voglia di tuffarsi.

D’altronde, come non fare visita ai Faraglioni di Mezzogiorno o alla zona della Forcina.

O, ancora, non ammirare da vicino la Cattedrale: una cala naturale dai pilastri e dalle volte nella falesia che sembrano formare una cattedrale dallo stile gotico.

Infine, salutando Palmarola, come non passare davanti alla Cala del Porto da dove si può notare il Faraglione di San Silverio, nella cui cima vi è la cappella dedicata al santo che morì in esilio proprio sull’isola.

porto di ponza

Ponza

L’ultima tappa del nostro viaggio in barca a vela non può che essere Ponza.

La più importante, conosciuta e mondana isola di tutto l’arcipelago pontino.

Una meraviglia a cielo aperto il cui borgo è pieno di turisti, ottimi ristoranti e musica.

Tra le principali cosa da vedere di Ponza, ci sono sicuramente le spiagge.

Tra queste, la più grande e forse anche la più bella, Chiaia di Luna: una cala naturale composta da un tufo bianco imponente e maestoso che cade a picco sulla spiaggia.

Oltre alle meravigliose spiagge, al caratteristico borgo e ai vari posti magici che si possono scorgere, sono diverse le attività da fare sull’isola anche di sera.

Giovani e meno giovani, infatti, possono tranquillamente passare una serata nei tanti lounge bar bevendo qualcosa con gli amici o ballando nelle varie discoteche sotto le stelle.

Insomma, Ponza è la chiusura ideale di un viaggio in barca a vela partito da Gaeta che non vi scorderete mai.

Ti potrebbero interessare anche...

Salina

Salina, un paradiso delle Isole Eolie: i posti da visitare

Salina è il vero e proprio paradiso delle Isole Eolie. Un luogo meraviglioso, ricco di continue sorprese e panorami incantevoli. L’isola scelta da Massimo Troisi per girare il suo ultimo film: “Il Postino”. Un vero e proprio spot pubblicitario per l’ isola che, comunque sia,

Cosa vedere a Panarea

Cosa vedere a Panarea: l’isola più piccola delle Eolie

Panarea è l’isola più piccola ma anche la più caratteristica delle Eolie. La stessa, forma con tutta una serie di piccole isolette un vero e proprio micro arcipelago che si staglia tra Lipari e Stromboli. Una vera e propria perla della natura, dichiarata dal 1997 Patrimonio dell’UNESCO.

Cosa vedere e fare a Lipari

Cosa fare e vedere a Lipari: l’isola più grande delle Eolie

Lipari è l’isola più grande e più movimentata di tutto l’arcipelago delle Eolie. Un tempo si chiamava “melingunis” che in greco significa dolce. L’aggettivo adatto, in qualche modo, per descrivere le dolci montagne dalle quali si ammarano fantastici panorami… …oppure, per descrivere il clima dolce…mite.

Isola di Vulcano

L’isola di Vulcano alle Eolie: cosa vedere e fare

L’isola di Vulcano rappresenta uno dei simboli dell’arcipelago delle Eolie. Sicuramente tra le più affascinanti per via delle particolari spiagge e, soprattutto, del cratere che domina l’isola. Il protagonista di questo luogo magico, che esprime la forza della natura, è il vulcano. Lo stesso che

Isole Eolie

Isole Eolie: dove sono e cosa vedere

Cosa c’è di meglio di una vacanza (in barca a vela) nelle Isole Eolie? D’origine vulcanica, l’arcipelago eoliano si trova in Sicilia, nella zona orientale, in pieno mar Mediterraneo. Una vera e propria perla della natura con le incredibili scogliere a picco sul mare che